Il Panfilo
Rivoluzione digitale, a Torrebruna la presentazione del progetto "Ufficio unico pianificazione delle aree interne"
Ufficio pianificazione aree interne
25 i comuni interessati dall'iniziativa
15/12/16

Nasce l’Ufficio Unico pianificazione “Aree Interne”. 25 Comuni dell’Area Interna “Basso Sangro Trigno” attraverso un meticoloso lavoro iniziato lo scorso giugno, stanno compiendo passi in avanti per digitalizzare i propri dati territoriali (piani urbanistici, catastali, uso civico, ecc.) e fornire ai Comuni strumenti unitari per dare risposte ai cittadini e alle imprese in tempi rapidi, il tutto secondo gli obiettivi regionali, nazionali ed europei di “e-goverment”.

I 25 Comuni, riuniti in Convenzione, hanno designato come Capofila il Comune di Torricella Peligna e fanno parte dell’Area “Basso Sangro Trigno”, selezionata dalla Regione Abruzzo come prototipo (20 nazionali, una per regione) per sperimentare azioni inerenti i servizi salute, istruzione e mobilità, lo sviluppo locale e il contesto. Proprio nell’ambito di quest’ultimo si inserisce l’iniziativa dei Comuni associati, per dare risposte certe e in tempi rapidi al territorio. Un territorio che vede preoccupanti deficit di popolazione e di diritti di cittadinanza.

I 25 comuni interessati sono: Torricella Peligna (capofila), Borrello, Carunchio, Castelguidone, Castiglione Messer Marino, Celenza sul Trigno, Civitaluparella, Colledimezzo, Gamberale, Fraine, Gessopalena, Montebello sul Sangro, Monteferrante, Montelapiano, Montenerodomo, Pennadomo, Pietraferrazzana, Pizzoferrato, Roccascalegna, Roccaspinalveti, Roio del Sangro, San Giovanni Lipioni, Schiavi d’Abruzzo, Torrebruna, Villa Santa Maria.

L’iniziativa, finanziata dalla Regione Abruzzo, Servizio Enti Locali, nell’ambito del PAR FSC 2007/2013 (Linea VI.1.4.b), si pone un triplice obiettivo: 1) la digitalizzazione delle mappe cartacee presenti nei Comuni (piani urbanistici, catastali, uso civico, ecc.); 2) la gestione informatizzata e unitaria del territorio con conseguente riduzione dei tempi delle decisioni; 3) l’utilizzo di strumenti multimediali per erogare servizi ai cittadini e alle imprese.

Il lavoro realizzato finora è stato di digitalizzare le mappe cartacee dei 25 Comuni e di sovrapporli su sistemi informativi territoriali capaci di restituire una visione immediata e puntuale della pianificazione vigente sui Comuni. Il sistema informativo territoriale consente di facilitare il lavoro ai tecnici comunali, ai liberi professionisti ed ai pianificatori del territorio, garantendo la visualizzazione e la lettura unitaria delle aree di intervento.

Nei prossimi giorni saranno realizzate le attività di affiancamento e divulgazione dei risultati presso i Comuni aderenti.

Il terzo incontro, durante il quale saranno illustrate le attività ed i primi risultati conseguiti,  si terrà a Torrebruna lunedì 19 dicembre 2016, alle ore 16.00, presso l’Ex Comunità Montana.

Il Sindaco del Comune Capofila Tiziano Teti ci racconta con entusiasmo che: “il lavoro che si sta realizzando è un deciso cambio di passo rispetto alla gestione tradizionale degli uffici tecnici e al governo del territorio comunale in generale, dotarsi di strumenti digitali consente a noi amministratori di prendere decisioni opportune e rispondenti alle reali esigenze della popolazione anche in termini di equità e trasparenza. Per noi delle aree interne è una grande occasione che abbiamo deciso di cogliere insieme alle altre della Strategia Nazionale per le Aree Interne, grazie anche alla Regione Abruzzo che supporta e partecipa al processo di costruzione di questa rivoluzione digitale. Nella Strategia per l’Area Basso Sangro Trigno, che proprio in questi giorni si sta definendo, è stato inserito l’intervento dei servizi digitali erogati dalla PA come sviluppo del lavoro finora svolto presso i Comuni della nostra Convenzione. E’ un grande risultato specie per i cittadini e le imprese dei Comuni interni per far si che in queste aree si possa recuperare il gap con le realtà più virtuose”.