Di Ninni
Osvaldo Menna: "Noi primi ad avere il programma, puntiamo al ballottaggio"
Menna peduto
L'ex assessore: "Il Partito Socialista con il centrodestra è fuori dalla grazia di Dio"
21/04/17

Conferenza stampa di presentazione in vista dell'apertura della campagna elettorale per il candidato alla carica di sindaco, Osvaldo Menna appoggiato dalle lista San Salvo Lavora e San Salvo èvviva. Seduti accanto a Menna il coordinatore del comitato civico Dalmazio Peduto, il presidente Gianni Santoiemma, e due tra i candidati più giovani Carmine Cerbone e Marika Marchetta.

"Mi candido -ha esordito Menna- per l'amore che ho verso la mia città. Il nostro programma elettorale è pronto da diversi mesi. Siamo i primi ad avere il programma completo che è nato da vari incontri che si sono svolti ogni venerdì con i cittadini. Ora tutti si sciacquano la bocca con il tema della sicurezza ma noi abbiamo sollevato questo problema da mesi anche con una raccolta firme e avevamo chiesto, visto la carenza di organico delle forze dell'ordine, l'impiego delle guardie giurate. Il problema principale della nostra città -ha proseguito Menna- è il lavoro. Da qui nasce l'emergenza sociale e il problema sicurezza".

Nel corso dell'incontro sono stati diversi gli argomenti di discussione. "La zona industriale -ha proseguito l'ex assessore comunale- è ridotta male per questa ragione o la presidenza dell'Arap torna nel vastese oppure noi usciamo dall'ente come in passato è stato fatto dal comune di Fresagrandinaria. Sul turismo siamo il fanalino di coda; noi prenderemo un top manager del settore a livello nazionale e insieme progetteremo il futuro di questo settore sfruttando anche la particella 18. Il mare dovrà essere accessibile alle carrozzine degli invalidi che dovranno raggiungere anche l'acqua, magari nella zona del Biotopo Costiero che attualmente è poco sfruttata. Saremo sempre vicini agli agricoltori e all'Euro-Ortofrutticola del Trigno istituendo un'assessore specifico per questo settore. Il parcheggio di via Montegrappa è stato un disastro perchè anche chi lo ha realizzato non ha creduto nell'opera. Noi ci metteremo le mani per trovare una soluzione. Altro problema -ha sottolineato Menna- è il nuovo teatro. Purtroppo l'opera è troppo costosa. Per terminare i lavori sono necessari circa 5 milioni di euro e noi non sappiamo dove trovare questi fondi". Alla domanda sul collocamento nel centrodestra dei Socialisti (ndr suo ex partito) Menna non risparmia qualche frecciata: "E' fuori dalla grazia di Dio. Dopo aver lavorato per mesi ad un accordo del centrosinistra hanno abbandonato il progetto e sono andati con il centrodestra. Penso che questi candidati non meritano neanche un voto dagli elettori. Sono certo -ha concluso Menna- di arrivare al ballottaggio con Tiziana Magnacca. A quel punto andrò anche a casa di Gabriele Marchese e Arnaldo Mariotti e con il mio impegno sono certo di batterla al secondo turno".

L.D.S.

Collegamenti