Di Ninni
Farina, acqua, uova e sale: al via la preparazione delle Sagnitelle a San Salvo
Preparazione sagnitelle
Domani alle ore 12 la distribuzione in piazza Vitale Artese
21/04/17

Oltre 4 quintali di farina, acqua, sale e circa 500 uova. Sono questi gli ingredienti per preparare le Sagnitelle che verranno distribuite domani, dalle ore 12, in piazza Vitale Artese a San Salvo. Donne e uomini, insieme al comitato Feste di San Vitale Martire, sono a lavoro da oggi per preparare la pasta che verrà condita con il sugo al ragù.

Domani, sabato 22 aprile, si svolgerà anche la tradizionale sfilata de "Le Some", cavalli e trattori che trasportano i sacchi di grano.

La tradizione risale al 1745, l'anno in cui le reliquie di San Vitale Martire, donate dal cardinale Pier Luigi Carafa, raggiunsero - da Roma - la chiesa di San Giuseppe in San Salvo. Nell'occasione il cardinale, commendatario dell'Abbazia dei SS. Vito e Salvo, offrì un pranzo a tutta la popolazione (circa 400 persone). Le reliquie di San Vitale, custodite in un'urna, sarebbero rimaste da allora nella chiesa arcipretale e il Santo sarebbe divenuto il patrono di San Salvo. La tradizione di mangiare "Le Sagne" in piazza invece è abbastanza recente in quanto fino ad una ventina di anni fa venivano preparate e consumate nei mulini dov’erano portate "Le Some". I luoghi del rito sono poi ulteriormente mutati, in quanto si sono utilizzati spazi pubblici del centro cittadino: da via della Chiesa, a piazza Amendola, a piazza Artese mentre non è cambiato il clima di allegria e di festa che si crea.

Collegamenti