Italiangas san salvo
Ancora una sentenza che condanna la Regione a risarcire il danno provocato da un cinghiale
Cinghiali
Due giovani di Scerni che avevano ricevuto in prestito l'auto da un amico mentre percorrevano la provinciale un anno fa vennero aggrediti all’improvviso da un cinghiale di grandi dimensioni sbucato dalla scarpata
10/10/17

Ancora una sentenza che condanna la Regione a risarcire il danno provocato da un cinghiale. Il dispositivo è stato emesso dal giudice di pace di Vasto. 

Due giovani di Scerni che avevano ricevuto in prestito l'auto da un amico mentre percorrevano la provinciale un anno fa vennero aggrediti all’improvviso da un cinghiale di grandi dimensioni sbucato dalla scarpata. L'animale era addirittura saltato sul cofano della vettura.

L’automobilista pur riuscendo a bloccare l'auto evitando il peggio non riuscì però ad evitare la collisione con l’animale che saltando  sula parte anteriore  dell’autovettura  provocò ingenti danni. Il proprietario dell'auto, ha affidato il caso all’avvocato Sebastiano Del Casale, che ha portato la vicenda in tribunale.

La causa si è conclusa con  la condanna della Regione. E pazienza se la strada in cui avvenne l'incidente era provinciale. Accogliendo la tesi dell’avvocato Del Casale la sentenza ha rilevato le carenze della Regione nel porre in essere azioni di prevenzione, così come stabilito dalla legge, atte ad evitare danni a persone o cosa da parte di animali selvatici.

Venerdì scorso  il gruppo consiliare  “Il Cambiamento” ha promosso a Cupello un incontro sul problema cinghiali che ha visto la partecipazione dell’assessore alle Politiche Agricole e Venatorie della Regione, Dino Pepe.

Dino Pepe ha insistito sul fatto che bisogna aprire la possibilità del prelievo del cinghiale anche nelle aree di riserva. I Sindaci debbono fare la loro parte consentendo la possibilità di prelevare i cinghiali, con metodi da concordare, con chi opera e gestisce le aree. Avviato inoltre un bando che finanzia la costituzione delle filiere di trasformazione delle carni da cinghiale con i fondi del psr Abruzzo 2014/2020; ciò potrà contribuire a far diventare quest’ungulato da problema ad opportunità di lavoro e reddito.

P.C.

Collegamenti