Di Ninni
Fondi per la viabilità nel vastese, D'Amico: "Buona notizia, ora la Provincia proceda in maniera rapida per gli appalti evitando brutte figure"
Camillo d'amico
L'ex SS 86 Istonia torni sotto la gestione dell'Anas
17/10/17

Da cittadino interessato alle vicende del proprio territorio ho accolto con piacere la notizia resa dal “sindaco dei sindaci” della provincia di Chieti Mario Pupillo, nella sua funzione di presidente dell’istituzione, e dai rappresentanti nell’assise, Giovanni Di Stefano e Vincenzo Sputore, dei nove milioni di euro destinati alla martoriata viabilità del vastese da parte della regione Abruzzo.

Con una saggia condivisione delle priorità, scevra da qualsiasi furbata e campanili mai sopiti in questi casi, si potrà avere un buon piano di rattoppi d’asfalto e messa in sicurezza dei tratti più insicuri dell’intero vastese.

A tutto si deve unire però una procedura di appalto dei lavori decisamente più spedita da parte della Provincia di Chieti alfine di evitare le figuracce sinora rimediate con le popolazioni dell’interno vastese dove tratte stradali importanti sono ancora chiuse al traffico veicolare, nonostante la piena disponibilità dei fondi, a causa dei forti rallentamenti nell’avvio degli stessi; ciò sta accadendo per il tratto dell’ex SS 86 Istonia che collega Fraine a Castiglione Messer Marino e tra Carpineto Sinello e Roccaspinalveti.

Per fare questo i Sindaci devono dimostrare una corale generosità ed un altruismo che cementi ed evidenzi l’interesse generale per il territorio e non solo la cura del proprio particolare comunale.

Personalmente il territorio lo conosco e frequento con cadenza quasi quotidiana per ragioni legate al lavoro sindacale agricolo che svolgo e mi sono onorato di rappresentarlo per 10 lunghi anni presso la provincia di Chieti quando era il popolo sovrano a decidere chi doveva rappresentarlo. Il problema concreto del vastese è stato sempre quello di condividere un piano di priorità nella viabilità strategica che collega l’area litorale con quella interna.

Su questo aspetto due cose sento di ridire ed affermare: la decisione di arretrare la SS 16 nel naturale già esistente fondovalle Sinello - fondovalle Cena - fondovalle Treste che potrebbe concretizzarsi in breve tempo e con costi modici e far tonare alla gestione ANAS tutto il tratto dell’ex ss 86 Istonia.

Su quest’ultimo aspetto il “sindaco dei sindaci” Mario Pupillo, nella sua funzione di presidente della provincia di Chieti, si faccia carico di rappresentare in concreto al governatore della regione Abruzzo Luciano D’Alfonso l’esigenza di dare queste risposte al vastese manifestando di guardare all’interesse generale del territorio e non solo a quelle dell’area frentana insistendo sul ritorno all’Anas della Lanciano – Fossacesia.

Camillo D’Amico

Collegamenti