Italiangas san salvo
Il sindaco D'Isabella replica al gruppo consiliare Carunchio Unito e Civico
Gianfranco d'isabella sindaco di carunchio
Il primo cittadino "L’attività Amministrativa va svolta nei modi e nelle sedi opportune"
28/12/17

In riferimento al comunicato stampa del Gruppo Consigliare Carunchio Unito e Civico è necessario preliminarmente sottolineare come  i consiglieri comunali hanno il preciso dovere di svolgere il proprio ruolo con attenzione ed informarsi presso le competenti sedi prima di affermare e/o negare situazioni e circostanze che poi non sono confermate dalle così dette ”carte”.

Premesso questo si precisa quanto segue:

Ad oggi non è pervenuta a questa Amministrazione nessuna comunicazione scritta da parte delle Autolinee  Arpa-Cerella per l’arretramento del capolinea di Piazza Vittorio Emanuele, e nè sarà fatto in futuro.

Per quanto riguarda il problema dei “parcheggi selvaggi” questa Amministrazione ha  già da qualche tempo proposto e discusso con le diverse attività commerciali prossime a Piazza Vittorio Emanuele, per trovare soluzioni condivise, non da ultimo  la chiusura alla sosta nell’area nel mese di Agosto qualora questa soluzione possa essere proficua a loro stessi.

Per quanto riguarda lo spostamento del mezzo “Rosso” su altre linee, il responsabile tecnico delle Autolinee Arpa-Cerella ha affermato che la questione è riconducibile solo ad una questione logistica oltretutto risolvibile a breve, sottolineando anche il fatto che dei cinque ultimi mezzi acquistati dalle Autolinee Arpa-Cerella la maggior parte di loro sono stati destinati nell’Alto Vastese, ad evidenziare proprio una maggiore  attenzione verso quei territori che già scontano tanti altri disagi. Siamo sempre stati convinti che l’attività Amministrativa la si debba svolgere nei modi e nelle sedi opportune.

Anche se questa Amministrazione non sta  tutti i giorni sui giornali non vuol dire che non ci prendiamo carico delle tante problematiche dei nostri concittadini; ci preoccupiamo delle esigenze della nostra gente senza pensare a prossime tornate elettorali, amministrare per noi è sempre stato un dovere senza chiedere nulla in cambio. Comprendiamo che la volontà di assurgere ad eventuali candidature porta ad affermare cose non vere o comunque non corrette, un esempio della linea intrapresa da questa Amministrazione  è proprio il fatto di aver beneficiato di un’ulteriore proroga dell’apertura della nostra sede di Guardia Medica, che qualcuno dichiarava già chiusa, fino all’attivazione di una postazione di 118 medicalizzata proprio nel nostro Comune, come prevista nei documenti della Strategia Aree Interne “Basso Sangro Trigno”.

Rinnoviamo quindi  il nostro invito al Gruppo di Minoranza Carunchio Unito e Civico a svolgere il ruolo di Consiglieri di Minoranza con più attenzione, verificando l’esistenza di Atti o documenti Amministrativi che attestino la veridicità di certe dicerie, soprattutto quando si fa riferimento a chiusure o modifiche di servizi che riguardano direttamente  i cittadini, come nel caso delle  colonie estive o gli arretramenti di capolinea.

Non basta una semplice interrogazione consiliare per attribuirsi la paternità di atti amministrativi, come nella questione delle case popolari, dal momento che nel caso di specie,  esistono documenti protocollati tra il Comune di Carunchio e l’ente ATER aventi date risalenti al precedente mandato.

Il Sindaco di Carunchio

(Geom. Gianfranco D’Isabella)