Italiangas san salvo
La Corte d'Appello ordina alla Pilkington la reintegra di una impiegata
Pilkington
Non fu licenziata per giusta causa
16/04/18

In data 12/04/2018 è stata depositata la sentenza n 239/2018 con la quale la Sezione Lavoro della Corte d’Appello dell’Aquila presieduta dalla Dr.ssa Rita Sannite ha accolto il reclamo presentato dalla Dr.ssa Laura Lugetti, difesa dall’Avv. Emanuele Pagliaro del Foro di Chieti, contro la Pilkington Italia, riformando la sentenza di primo grado del Tribunale di Vasto sfavorevole alla lavoratrice.

La ricorrente era stata licenziata il 03/06/2015 per aver denunciato alcuni dirigenti di rilevo della Società per il reato di falsa testimonianza nel corso di una causa di lavoro.

Come afferma la Corte d’Appello in stretta aderenza ai principi delineati dalla Corte di Cassazione: “la proposizione della querela da parte del lavoratore non può costituire giusta causa di licenziamento quando in essa non sia ravvisabile alcun intento calunnioso, ma costituisca esercizio di un diritto normativamente tutelato”.

La Corte ha quindi condannato la Pilkington Italia al reintegro nel posto di lavoro della Dr.ssa Lugetti, al risarcimento del danno nonché al rimborso delle spese processuali dei due gradi giudizio.

CLAUDIO ZIMARINO