Di Ninni
TE Connectivity, i lavoratori sospendono la protesta dopo diverse assemblee con le Rsu
Te connectivity
Schioppa: "E' un segnale positivo che vogliono lanciare, non si tirano indietro se ci sono sacrifici da fare"
15/05/18

Lo scorso 3 maggio avevano deciso venti ore di sciopero per rispondere alla mancanza di investimenti. Ora i dipendenti della TE Connectivity, leader mondiale di tecnologia al servizio dell’Automotive che produce connettori elettronici, hanno deciso una tregua.

Dopo diverse assemblee in fabbrica con le Rsu, i lavoratori del colosso internazionale che fattura di 12 miliardi di euro, hanno stabilito di sospendere la protesta in attesa delle novità che potrebbero arrivare il 21 maggio con la visita a San Salvo di un importante dirigente del gruppo.

"E' un nuovo segnale positivo che i lavoratori vogliono lanciare", dice Arnaldo Schioppa delegato provinciale della Uil. "I dipendenti di questa fabbrica tengono moltissimo all'azienda e non si tirano indietro se ci sono sacrifici da fare. Sperano tuttavia moltissimo in nuovi investimenti e nel futuro", ribadisce Schioppa. 

La fabbrica di Piana Sant'Angelo occupa 200 lavoratori. I dipendenti sono in stato di agitazione dallo scorso 30 marzo. In questi giorni avrebbero dovuto incrociare le braccia, ma hanno sospeso tutto. Il 21 maggio arriverà a San Salvo uno dei dirigenti della multinazionale. La speranza è che con lui arrivino buone notizie. Si preannuncia un incontro drammatico.

Collegamenti