Italiangas san salvo
Interdizione di un tratto di banchina presso il Porto di Termoli
Banchina Termoli
È interessato da un fenomeno di sgottamento con parziale cedimento della pavimentazione stradale
15/05/18

Interdizione di un tratto di banchina presso il Porto di Termoli – banchina di riva. La nota del Capo del Circondario Marittimo e Comandante del porto di Termoli Sirio Faè:

"Il sottoscritto VISTO il rapporto di servizio redatto dal personale dipendente in data odierna, dal quale si prende atto che – sulla banchina di Riva in prossimità del monumento ai Caduti della Gente di Maresi è riscontrato uno sgottamento della stessa con parziale cedimento del manto stradale; RITENUTO necessario interdire l’area interessata, allo scopo di poter permettere gli opportuni accertamenti e verifiche ed il successivo ripristino del tratto di banchina interessato dallo sgrottamento; CONSIDERATO necessario salvaguardare la pubblica incolumità e permettere il regolare svolgimento delle attività portuali; VISTI gli artt. 30 ed 81 del Codice della Navigazione e 59 del relativo Regolamento d’Esecuzione. RENDE NOTO che il tratto di banchina di Riva in prossimità del monumento ai Caduti della Gente di Mare, è interessato da un fenomeno di sgottamento con parziale cedimento della pavimentazione stradale, pertanto, ORDINA Articolo 1 con decorrenza immediata e fino al completo ripristino, l’area demaniale marittima della banchina di riva del porto di Termoli, cosi come meglio evidenziato nello stralcio planimetrico allegato e parte integrante della presente ordinanza, è interdetta al transito ed alla sosta sia essa pedonale che veicolare come indicato nell’apposita segnaletica stradale provvisoria. La Regione Molise avrà cura di disporre un intervento tecnico teso a segnalare in modo idoneo l’interdizione. Articolo 2 I contravventori alla presente ordinanza salvo che il fatto non costituisca più grave reato, saranno puniti ai sensi della vigente normativa applicabile e saranno ritenuti responsabili civilmente dei danni che dovessero derivare a persone e/o cose in conseguenza del mancato rispetto delle norme del presente atto. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente Ordinanza, la cui pubblicità verrà assicurata mediante l’affissione all’albo dell’Ufficio, l’inclusione alla pagina “ordinanze” del sito istituzionale www.guardiacostiera.gov.it/termoli/ordinanze-e-avvisi, nonché opportunamente diffusa tramite gli organi d’informazione".

 

Collegamenti