Di Ninni
Truffa al parroco, confermata la condanna per il collaboratore "furbo"
Tribunale
Incassava i soldi destinati al restauro delle chiese
12/06/18

Nove mesi di reclusione per truffa, 900 euro di multa, il rimborso del maltolto e il pagamento delle spese legali. Confermata in appello la condanna ma ridotta di tre mesi la pena per L. D'. il collaboratore di una parrocchia di Vasto che nel 2013 truffò un sacerdote intascando oltre 75mila euro destinati al restauro di due chiese.
L'artigiano 42enne del posto, era un assiduo frequentatore e collaboratore di una parrocchia. Abusando della fiducia accordatagli dal sacerdote- lo ha truffato approfittando della raccolta di fondi per il restauro delle chiese di Lentella e Roccaspinalveti. I fatti risalgono a cinque fa, quando il parroco fece compilare al quarantaduenne una decina di assegni in bianco per i lavori. Una fiducia evidentemente mal riposta, in quanto il collaboratore non ha fatto altro che -nel tempo- girare a se stesso ed incassare le somme che gli servivano. Con quei soldi pagò spese personali. Eppure non soltanto il parroco, ma anche molti fedeli, non avrebbero mai dubitato della apparente moralità dell’uomo, impegnato in una congregazione di volontariato. Ora la condanna, conferma quanto deciso in primo grado, dal giudice monocratico Michelina Iannetta. Il parroco a distanza di anni ancora non riesce a capacitarsi di quello che è accaduto. Il legale del parroco, Sebastiano Del Casale non ha voluto commentare la vicenda. I parrocchiani festeggiano.

P.C.
 

Collegamenti