Di Ninni
Operazione "Eterno Riposo", interviene l'Associazione Nazionale Imprese Funebri Artigiane
Di florio capaldo
Rullo: "Bisogna rispettare le leggi nazionali ed europee del libero mercato"
11/07/18

L'operazione "Eterno Riposo" dimostra che la procura e le forze dell'ordine non sono rimaste indifferenti a certi comportamenti ed hanno reagito con determinazione. Possiamo dire lo stesso da parte di altri soggetti?

Il cittadino dolente dovrebbe avere nella figura dell'imprenditore funebre un punto di riferimento capace di sollevarlo da tutte le incombenze relative al lutto subito, soprattutto quelle relative alle questioni cimiteriali. L'esistenza stessa dell'onoranza funebre dipende da questa capacità, dove si rinuncia a tutelare il cittadino in tutte le fasi del lutto si tradisce il proprio mandato e l'oggetto fondamentale del contratto stipulato con la famiglia.

Il rito funebre ed il relativo trasporto termina con la tumulazione del feretro (tumulazione: posizionamento del feretro nel loculo) l'impresa funebre non può esimersi da occuparsi di tale fase del rito funebre, se ciò gli venisse impedito dovrebbe segnalarlo all'amministrazione comunale e in caso di inerzia provvedere a formale esposto in procura.

E' in atto da anni il tentativo di impedire all'onoranza funebre abruzzese di espletare le proprie prerogative in ambito cimiteriale, l'ANIFA in ogni occasione pungola le imprese funebri a ribellarsi da tale infausta deriva e segnalare comportamenti illegittimi.

In un contesto di finanza pubblica in strutturale affanno, per evitare di salassare i cittadini garantendo il regolare funzionamento dei cimiteri, vi è una soluzione estremamente semplice, basterebbe rispettare le norme nazionali ed europee del libero mercato e permettere ai cittadini di scegliersi gli operatori più affidabili e più a buon mercato presenti sul territorio. Questa soluzione, tanto semplice e conveniente per i cittadini, viene scelta sempre meno dalle nostre amministrazioni pubbliche che preferiscono imbattersi in imponenti appalti i cui costi ricadono sulle spalle delle famiglie dolenti. Qualcuno prima o poi ne dovrebbe rispondere, le tariffe cimiteriali scaturite da alcune gestioni in project financing gridano vendetta.

Paolo Rullo

Segretario ANIFA (Associazione Nazionale Imprese Funebri Artigiane)

Collegamenti