Di Ninni
Olivieri: "Il commissario regionale Forchetti non appesantisca l’Ater Lanciano Vasto"
Mario olivieri
Il consigliere regionale: "Le imminenti elezioni regionali non devono provocare accelerazioni o salti in avanti"
04/10/18

Ci meravigliamo non poco a leggere della improvvisa accelerazione impressa dal neo commissario Forchetti sulla gestione della disastrata ATER Lanciano Vasto. Il citato commissario si sarebbe avviato verso la improvvida e costosa sostituzione del direttore del consorzio , assumendo inoltre provvedimenti che non si addicono alla gestione transitoria di un Ente che deve essere profondamente rifondato verso gestioni virtuose ed efficienti . Non credo ci si possa permettere nuovi direttori pagati dai contribuenti abruzzesi. Non credo ci si possa permettere atti e decisioni assunte monocraticamente e senza coinvolgere gli altri sub  commissari  nominati dalla stessa Regione o gli stessi revisori dei conti dell’Azienda . Forchetti ci ripensi immediatamente o  lasci  l’incarico. Intervengano , a riguardo, il competente assessore regionale Berardinetti o il Presidente pro tempore Lolli : in caso contrario saremo costretti a portare il caso in Commissione Vigilanza. L’Ater Lanciano Vasto in questa delicata fase di riorganizzazione funzionale non può essere infatti appesantita dà comportamenti individuali discutibili proprio da chi è stato nominato per effettuare una gestione condivisa e collegiale finalizzata ad assicurare l’equilibrio economico e funzionale della ATER. Le imminenti elezioni regionali di febbraio prossimo non devono infatti provocare accelerazioni o salti in avanti, ma nel vuoto che i cittadini e gli stessi elettori non capirebbero. A buon intenditore, poche parole.

Mario Olivieri – Consigliere regionale