Italiangas san salvo
Ordigno all'ingresso di un bar a Fossacesia, il Coisp: "La politica deve fare la sua parte investendo sul territorio"
Polizia
La Questura di Chieti estromessa dai rinforzi
27/02/19

"E’ notizia di qualche ora fa - afferma la segretaria provinciale del sindacato di Polizia CoISP - di un ennesimo ordigno esplosivo fatto esplodere davanti all’ingresso di un bar tabacchi a Fossacesia. La notizia è di quelle che fanno scalpore per una località apparentemente tranquilla. Sono segnali della permeabilità in questo territorio di una certa delinquenza, presumibilmente importata da regioni confinanti, che sta cercando di affermarsi utilizzando atti di intimidazione che sembrano avere tutte le caratteristiche dei metodi mafiosi. La risposta della Polizia di Stato, di cui il Questore Borzachiello in ambito teatino è la massima espressione, ha dato subito risposte di efficienza sul territorio, nonostante le deficienze in termine numerico di uomini e mezzi, uomini e donne delle forze dell’ordine a cui va il nostro plauso per l’impegno profuso. Questa Organizzazione Sindacale, in tempi non sospetti, aveva già lanciato un grido di allarme sulla in-sicurezza del territorio, grido rimasto inascoltato. Le ultime assegnazioni di personale hanno visto la Questura di Chieti - rimarcano dal CoISP - estromessa dall’arrivo di nuove leve, ma la sicurezza richiede uno sforzo collettivo, dove la politica deve fare la sua parte con investimenti sul territorio. Non si può più rimanere alla finestra ma c’è bisogno di azione affinchè non si torni alla frase di Tito Livio: 'DUM ROMAE CONSULITUR, SAGUNTUM EXPUGNATUR'.