Italiangas san salvo
Gli studenti dell’I.P.S.I.A. di Montenero di Bisaccia a scuola di legalità dai Carabinieri
Incontro
Al centro dell’incontro il tema del bullismo e del cyberbullismo
08/03/19

Presso l’Istituto Professionale Statale dell’Industria e l’Artigianato di Montenero di Bisaccia, sono stati avviati nella mattinata di giovedì, i contributi dell’Arma dei Carabinieri alla formazione della “Cultura della Legalità”, che prevedono una serie di incontri didattici nelle scuole pubbliche.
Anche per l’anno scolastico 2018/2019, infatti, il progetto volto alla formazione della cultura della legalità, prevede in ambito nazionale, l’organizzazione di incontri presso le scuole volti a sviluppare tematiche – anche di concerto con docenti e studenti – su temi quali: l’educazione alla legalità ambientale, lo stalking e il femminicidio, la pedopornografia, il bullismo, la sicurezza stradale, le sostanze stupefacenti, la cooperazione internazionale, i diritti umani e funzioni di polizia, la contraffazione e la proprietà industriale, l’accesso ad internet e i rischi connessi, gli interessi diffusi (sanità, igiene e sofisticazioni alimentari, ambiente, lavoro, patrimonio culturale), nonché su argomenti di attualità e/o legati alla realtà locale.
Il relatore dell’incontro è stato il Comandante della Compagnia Carabinieri di Termoli, collaborato dal Comandante della locale Stazione ed è stato incentrato sul tema del bullismo e cyberbullismo.
Problematica non riscontrata nell’istituto scolastico, ma che ha destato molto interesse negli studenti, specie in relazione alle varie tipologie di comportamenti che posti in essere con sistematicità e intenzionalità configurano il bullismo piuttosto che la goliardia.
Le curiosità degli alunni, inoltre, sono state rivolte alle varie tipologie di “bullo”, la maggior parte delle quali sconosciute e/o non considerate tali.
In tema di cyberbullismo, invece, diverse sono state le domande connesse all’uso dei social nelle varie tipologie e modalità, onde comprendere la vastità della portata di un “post”, la velocità di diffusione, la pericolosità lesiva a livello psicologico per la vittima e la maggiore facilità da parte dell’autore di vincere quelle remore che la tastiera gli consente di superare agevolmente.
Scopo degli incontri è altresì fornire ai giovani un inquadramento generale dell’Arma dei Carabinieri e dei compiti istituzionali, argomento che ha destato particolare interesse, sia per le diverse articolazioni e specializzazioni che compongono l’organizzazione, che per quanto attiene al reclutamento ed alle diverse fasi concorsuali e didattiche successive.
A sostegno è stato proiettato un video, prodotto dallo studio televisivo del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, che fornisce indicazioni generali sulla struttura e sulle varie organizzazioni, nonché reparti e unità per esigenze specifiche.