Di Ninni
Peperone rosso o verde nella zuppa di pesce? Eterno dilemma
Peperone rosso
La sansalvese Za Vitaline è convinta della bontà del 'corno di capra' rosso
01/12/19

In questi anni sul brodetto di pesce si sono spesi “fiumi d’inchiostro”. Lu vrudàtt vuastarèule (brodetto alla vastese) rappresenta più di altri, l’identità gastronomica dell’Abruzzo. Da un po’ di tempo, tra i cuochi si è aperta una disputa su quale varietà di peperone utilizzare per la zuppa di pesce. La controversia non è ancora risolta. Za Vitaline, anziana salvanese, ma che sa molto di cucina,  ha sempre utilizzato il peperone “corno di capra” rosso, a fette verticali. L’anziana, esperta cuoca, è convinta del segreto della bontà del peperone rosso.

Ecco la sua spiegazione: "E’ una vita che adopero i peperoni rossi “corno di capra”  per il brodetto di pesce. I peperoni rossi a confronto di quelli verdi hanno un sapore più dolce, sono più facili da digerire per la quantità inferiore di capsicina, contengono una quantità più alta di vitamine A e C, inoltre, per il basso contenuto calorico sono più adatte per le diete dimagranti. La completa maturazione del peperone verde avviene quando diventa totalmente rosso. Il peperone verde è asprigno, quando non ha ancora raggiunto la maturità completa. Ho 90 anni, mi ricordo quando zi Jnnàrëveniva con il paniere da Vasto a San Salvo per vendere il pesce. La varietà “cornë de cràpë” rossa di San Salvo è la migliore in assoluto nella preparazione della zuppa di pesce". 

​Michele Molino

Collegamenti